CONDIVIDI

Non sarà la notizia più rilevante, nel ciclone di novità scatenato da Donald Trump, Emirates, ma fra varie altre cose la Emirates, che è la più grande compagnia aerea del Medio Oriente, sta riducendo i voli per gli Stati Uniti, dopo un calo delle richieste provocato dalle restrizioni sui visti e sui dispositivi elettronici a bordo decise dall’amministrazione Trump e che colpiscono alcuni Paesi a maggioranza musulmana. Anche se queste disposizioni sono state variamente contrastate dai tribunali americani, hanno comunque provocato un contraccolpo negativo e fatto passare a molti la voglia di andare in America.

Emirates ha reso noto che le riduzioni riguarderanno cinque delle dodici destinazioni negli Usa, a partire dal mese prossimo. In particolare i voli per Boston, Los Angeles e Seattle saranno ridotti aduno al giorno, rispetto ai due attuali. Invece i voli quotidiani per Ft. Lauderdale e Orlando diventeranno cinque a settimana.

Licenza Creative Commons
Alcuni diritti riservati.Articolo Originale

Rispondi