CONDIVIDI

Dieci morti e 50 feriti, tra cui molti bambini: è il bilancio delle esplosioni avvenute in due stazioni della metropolitana di San Pietroburgo, secondo quanto riferito da Russia Today. Tutte le stazioni della metro sono state chiuse.

Una delle bombe sarebbe scoppiata alla fermata 'Sennaya ploshad' , in pieno centro, mentre nella ex capitale degli zar si trova anche il presidente Vladimir Putin che ha partecipato al media forum del movimento Fronte popolare panrusso. Sui social network stanno circolando le foto dal luogo dell'esplosione, in cui si vede un vagone della metro danneggiato e alcune persone a terra.

San Pietroburgo, esplosione in metro. Putin in visità in città

I media russi fanno notare che l'esplosione e' avvenuta 15 minuti prima della fine del forum a cui stava partecipando il capo di Stato. Il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha detto che Putin e' stato informato dell'accaduto. "Stiamo considerando tutte le possibili cause, incluso il terrorismo". E' quanto ha dichiarato il presidente russo Vladimir Putin a proposito dell'esplosione avvenuta a San Pietroburgo, dove si trova in visita, e che avrebbe finora provocato la morte di dieci persone.

Russia: ritrovata bomba in vagone metro San Pietroburgo

Un ordigno e' stato ritrovato in un vagone della metro di San Pietroburgo. Secondo fonti investigative sono esaminate tracce che possano portare a collegamenti con gruppi estremistici.

Russia: Putin, indagini su terrorismo e criminalita'

Le agenzie investigative stanno indagando sulle responsabilita' dell'attentato alla metro di San Pietroburgo. Lo ha detto il presidente russo, Vladimir Putin, secondo il quale e' troppo presto per indicare i responsabili e le indagini percorrono tutte le strade dal terrorismo alla criminalita'. Putin ha espresso cordoglio per le vittime e si tiene in contatto con il capo dei servizi segreti Fsb.

San Pietroburgo: citta' intasata; tassisti, corse gratis a feriti

La situazione dei trasporti nel centro di San Pietroburgo e' gravemente deteriorata in seguito allo stato d'emergenza causato dalle esplosioni di oggi nel metro' della citta'. Gli ingorghi sono cresciuti e i tassisti hanno dichiarato di essere disposti a fare corse gratuite per i feriti. In base alle prime informazioni ci sono 10 morti e 50 feriti. Le bombe di oggi sono state il primo episodio di questo genere a colpire la metropolitane di Pietroburgo. Attentati di matrice terroristica avevano colpito in passato la metropolitana di Mosca.

Articolo Originale

Rispondi