CONDIVIDI

Dall'enigmatica situazione del Milan alla classe infinita di Messi: poi le possibilità della Juventus in Champions League contro il Barcellona. Parla Fabio Capello.

L'esperienza è il miglior maestro. Nel calcio, poi, in pochi possono permettersi di parlare a tutto tondo. Uno di questi eletti è Fabio Capello. Grande uomo, amico del pallone, allenatore vincente e oggi voce di FOX Sports. Don Fabio, in virtù delle sue infinite panchine, conosce il mondo del calcio forse meglio di chiunque altro. E leggere le sue parole è sempre un prezioso strumento d''analisi. In questo caso proferite a Radio Anch'io Sport su RadioUno, in particolare sul Milan[1] e su Messi: quest'ultimo prossimo avversario della Juventus in Champions League.

Capello si è concentrato soprattutto sul Milan. Una squadra, secondo l'allenatore, che meriterebbe palcoscenici molto più prestigiosi. L'allenatore, poi, si è soffermato sull'enigmatica situazione societaria, ammettendo però di non sentire Silvio Berlusconi ormai da diversi mesi. E la Juventus? Don Fabio è stato accostato ai bianconeri come prossimo consulente societario. Tutto smentito, però: Capello ha ammesso di trovarsi alla grande nelle sue nuove vesti di commentatore. Bianconeri che secondo il loro ex allenatore ieri sono stati messi sotto dal Napoli. Spazio poi alla prossima sfida di Champions League. Attenzione, pericolo Messi: definito come il Pavarotti del calcio.

Capello si è addirittura sbilanciato: Allegri avrà buone possibilità di battere Messi e compagni, almeno un 50%. Il margine di errore ovviamente c'è. A proposito, spazio anche alla 'papera' di Donnarumma ieri in Milan-Pescara. Nessun problema, perché anche secondo Don Fabio Gigio è davvero un fenomeno.

Lionel Messi, 29 anni

A tutto Capello: tra la situazione del Milan e la classe di Messi

A volte duro, Don Fabio. Ma sicuramente preparatissimo e intelligente: il suo sapere emerge in ogni telecronaca. Conoscenze infinite ed emozioni, soprattutto quando da commentare c'è Messi[2]:

Lui è il Pavarotti del calcio, non è un giocatore in fase calante come qualcuno dice. Questi sono giocatori straordinari che ci divertono, che possono inventarsi l'acuto in qualsiasi momento, che ci lasciano a bocca aperta. Speriamo però che le sue qualità non escano fuori contro la Juve.

Dal piacere di raccontare la Pulce, al disappunto nel descrivere l'intricata situazione societaria del Milan[3]:

Il Milan dovrebbe vivere e giocare costantemente la Champions League, non può stare in quella posizione, deve essere una società molto più ambiziosa ma la strada è lunga e difficile. Berlusconi? Sono 4-5 mesi che non lo sento.

Ieri i rossoneri sono incappati in un brutto pareggio col Pescara. Protagonista, in negativo, è stato Donnarumma: colpevole di non aver agganciato un insidioso pallone all'indietro servitogli da Paletta. Secondo Capello, però, Gigio ieri andava solo rincuorato: perché se il Milan sta ottenendo dei discreti risultati, è merito soprattutto del giovane portiere:

Come tutti si può sbagliare. Io non ho mai criticato individualmente un giocatore, non è nelle mie caratteristiche. Io non lo criticherei, anzi lo abbraccerei, l'avrei fatto già negli spogliatoi. Se il Milan è in quella posizione attuale lo deve anche a Donnarumma, che ha fatto parate grandi, miracoli.

E poi come non parlare di Belotti, l'attaccante che sta 'spaccando' la Serie A. Un fenomeno anche lui, ok: paragoni? Ci pensa Capello ad accostare il Gallo ad un campione del passato:

È uno degli attaccanti più forti d'Europa, sa fare tutto: è veloce e potente, tecnicamente forse è anche meglio di Batistuta.

Vota anche tu!

E secondo voi la Juventus può battere il Barcellona?

No

E secondo voi la Juventus può battere il Barcellona?

References

  1. ^ Milan (www.foxsports.it)
  2. ^ Classifica marcatori Liga: Messi davanti a Suarez (www.foxsports.it)
  3. ^ Coulibaly, dal barcone al Milan: la prima volta non si scorda (www.foxsports.it)

Articolo Originale

Rispondi