CONDIVIDI

Dopo un mese di allenamenti solitari, Alessandro Gentile torna in campo e lo fa in Israele: l’ex capitano milanese ha trovato l’accordo con l’Hapoel Gerusalemme, con cui ha firmato il contratto fino al termine della stagione. Si tratta della terza squadra nella travagliata annata dell’azzurro: la prima parte di campionato a Milano, dopo essere stato privato della fascia di capitano, poi la separazione e l’approdo al Panathinaikos Atene, da cui è stato rilasciato circa un mese fa. Ora questa nuova avventura, con l’obiettivo di provare a vincere il titolo israeliano.

A Gerusalemme, Gentile ritrova Simone Pianigiani: il rapporto tra i due è sempre stato particolarmente buono ai tempi della Nazionale e la presenza dell’ex ct è stata una chiave importante nella decisione, sia per il tecnico che per il giocatore, il quale non vuole perdere la Nazionale, in vista di Eurobasket 2017. L’ex milanese trova in squadra anche quel Curtis Jerrells con cui ha vinto lo scudetto 2014 in maglia Olimpia Milano: l’americano fu decisivo nella famosa gara 6 vinta a Siena all’ultimo secondo, l’azzurro fu nominato MVP delle finali scudetto.

Come dicevamo, l’obiettivo di Gentile è provare ad aiutare l’Hapoel a vincere il titolo israeliano, visto che la formazione di Pianigiani è stata sconfitta in semifinale di Eurocup, chiudendo così l’avventura europea. L’accordo è fino al termine di questo campionato, poi si vedrà: l’azzurro ha ancora il contratto con Milano per la stagione 2017/18, ma appare praticamente impossibile ipotizzare un ritorno in maglia biancorossa. La prossima estate verrà deciso il suo futuro, nel frattempo Alessandro spera di ritrovare serenità e forma con la squadra israeliana.

In collaborazione con basketissimo.com

3 aprile 2017

Diventa fan di Tiscali su Facebook

Articolo Originale

Rispondi