CONDIVIDI

(ANSA) – BUDAPEST, 2 APR – In migliaia hanno partecipato oggi alla marcia di protesta organizzata a Budapest contro una legge fatta a misura sugli atenei che potrebbe portare alla chiusura dell'università Ceu (Central-european university), la scuola superiore fondata nel 1991 dal miliardario americano George Soros, di origine ungherese, per aiutare la diffusione del pensiero liberale nella regione. Il premier Viktor Orban considera Soros un nemico ideologico i cui ideali di "società aperta" contrastano con le sue politiche di trasformare l'Ungheria in uno "Stato illiberale".
Un professore di un'altra Università, la Corvinus, Daniel Deak, ha riferito che la mossa decisa dal governo contro la Ceu andrà a colpire tutti gli atenei del Paese. La scuola ospita 1.400 studenti da 108 Paesi.

Articolo Originale

Rispondi