CONDIVIDI

Di Pietro Ferraro sabato 1 aprile 2017

Il produttore Jan Harlan e la sceneggiatrice Diane Johnson, che ha scritto “Shining” con Stanley Kubrick, rivelano nuovi dettagli sui diversi finali alternativi.

Tra i migliori film horror di sempre possiamo senza alcun dubbio indicare il cult Shining di Stanley Kubrick. Il film a 37 anni dalla sua uscita nelle sale è ancora considerato un classico horror con Warner Bros. che sta attualmente sviluppando un prequel dal titolo The Overlook Hotel con il regista Mark Romanek (One Hour Photo) colegato al progetto e una sceneggiatura di Glen Mazzara (The Walking Dead). Mentre non ci sono nuovi aggiornamenti su questo prequel, Jan Harlan e Diane Johnson, rispettivamente produttore e co-sceneggiatore di Shining, fanno luce su alcune delle idee per alcuni finali alternativi che il regista Stanley Kubrick ha preso in considerazione durante la produzione, e che erano molto più cupi di quello visto nel film.

Loading…

Shining: una foto immortala un fantasma nell’hotel che ha ispirato libro e film

Lo Stanley Hotel che ha ispirato il romanzo e il film “Shining” al centro di una nuova manifestazione spettrale.

Shining è basato sull’omonimo romanzo bestseller di Stephen King e i fan del libro sanno che c’è una grande differenza tra il finale del romanzo e il finale scelto da Stanley Kubrick. Il romanzo originale culmina con un faccia a faccia tra il giovane Danny, interpretato da Danny Lloyd e suo padre Jack Torrance (Jack Nicholson) consumato dai poteri nefasti dell’Overlook Hotel. Danny distrae Jack, e l’entità che lo possiede, rivelandogli della caldaia in procinto di esplodere, così mentre Jack cerca di impedire l’esplosione, Danny, sua madre Wendy (Shelly Duvall) e lo chef dell’hotel Dick Halloran (Scatman Crothers) raggiungono l’esterno prima che l’albergo esploda e bruci fino alle fondamenta con Jack al suo interno. Il film si conclude invece con una scena inquietante dove Jack uccide Dick Halloran e insegue la sua famiglia attraverso un labirinto all’esterno dell’albergo, con Danny e Wendy che riescono a fuggore sul gatto delle nevi di Halloran, mentre Jack muore congelato nel labirinto. Entertainment Weekly ha incontrato la scrittrice Diane Johnson che ha fatto luce sul motivo per cui Stanley Kubrick ha cambiato il finale.

Il finale è stato cambiato quasi interamente perché a Kubrick sembrava troppo un cliché far saltare tutto in aria. Ha pensato che ci poteva essere qualche altra cosa che sarebbe stata metaforicamente e visivamente più interessante. Nel libro nessuno viene ucciso tranne Jack. Kubrick ha pensato che qualcuno doveva per forza farsi ammazzare perché era un film dell’orrore. Così abbiamo pesato le possibilità drammatiche di uccidere vari personaggi e realizzato diversi trattamenti. In realtà abbiamo parlato in dettaglio della possibilità di avere diverse persone uccise. Il rapporto di Danny con il padre era la cosa che più interessava a Kubrick. Era coinvolto emotivamente con il punto di vista di un bambino che ha paura del padre. Mi ricordo Kubrick che diceva di aver immaginato una piccola sagoma gialla disegnata con del gesso sul pavimento, come si fa con i corpi delle vittime. A Kubrick piaceva quell’immagine, ma era troppo tenero di cuore per quel finale e ho pensato che sarebbe stato troppo terribile realizzarlo in quel modo.

Vale la pena notare che la miniserie Shining del 1997, molto più fedele al libro e interpretata da Steven Weber, Rebecca De Mornay e Courtland Mead come la famiglia Torrance, utilizzava il finale originale di Stephen King con l’Overlook Hotel in fiamme. C’era anche un altro finale alternativo del film originale che non è mai finito nello script vero e proprio, ma che faceva parte di un trattamento precoce che alla fine è trapelato online, dove Wendy per difendersi uccide Jack. Quando il signor Halloran arriva, lui in realtà è posseduto dall’entità che infesta l’edificio e alla fine si trasforma nella nemesi principale, con Diane Johnson che rivela che l’hotel in realtà è stato sempre nella mente di Halloran condizionandolo per anni.

Proprio così. Abbiamo sempre avuto i poteri dell’hotel in mente. Così l’hotel avrebbe deformato la mente di Hallorann per un periodo piuttosto lungo. Era un’idea interessante con Hallorran che è buono per tutto il film e poi lui arriva e viene posseduto dall’edificio diventando un mostro surrogato per Jack.

The Overlook Hotel: il produttore James Vanderbilt parla del prequel di Shining

The Overlook Hotel: il produttore James Vanderbilt parla del prequel di Shining

The Overlook Hotel sarà un film che camminerà con le proprie gambe, lo afferma il produttore James Vanderbilt.

La Johnson ha anche rivelato che la fotografia misteriosa, che mostra il Jack Torrance di Jack Nicholson in una foto scattata nel 1921, durante la festa di gala del 4 luglio all’Overlook, è stata sempre parte del finale. la scrittrice ha anche affrontato le molte teorie che sono spuntate dopo la morte di Stanley Kubrick nel 1999, alcune delle quali considera abbastanza divertenti, ma c’è n’è una in particolare che ha considerato “un insulto” e in cui si è teorizzato che Shining fosse in realtà un film sull’Olocausto. Il produttore Jan Harlan ha rivelato che tutte le scene tagliate sono stare distrutte dal regista in modo che nessun altro avrebbe mai potuto modificare il suo montaggio finale.

Stanley ha voluto assicurarsi che nessuno avrebbe mai riassemblato il suo montaggio in qualsiasi altro modo. Tutte le scene scartate e non utilizzate sono state sistematicamente distrutte, sia i negativi che i giornalieri. Lui stesso sapeva che non avrebbe mai preso in considerazione un rimontaggio. Era qualcuno che viveva totalmente nel presente e non ha mai guardato indietro.

Come è capitato a molti classici, Shining non è stato un successo immediato di critica e pubblico quando è uscito nelle sale nel 1980, con il trascorrere del tempo però si è guadagnato lo staus di cult ed è diventato un classico che ha generato innumerevoli teorie, molte delle quali sono esaminate nell’acclamato documentario Room 237. Il vero albergo che è stato utilizzato per l’Overloook hotel, l’Hotel Stanley di Estes Park in Colorado, è stato sede dello Stanley Film Festival dal 2013 al 2016, con il festival che quest’anno cambierà location e nome. Il festival ribattezzato Overlook Hotel Film Festival si terrà presso il Timberline Lodge in Oregon il mese prossimo, si tratta dell’albergo utilizzato per filmare gli esterni dell’Overlook nel film.

shining-nuovi-dettagli-sui-finali-alternativi-del-cult-di-stanley-kubrick.jpg

Cineblog.it

Loading…

Articolo Originale

Rispondi