CONDIVIDI

La polizia russa ha arrestato oggi a Mosca 29 dimostranti dell'opposizione, durante manifestazioni non autorizzate nella capitale. "Hanno infranto l'ordine pubblico", ha detto un portavoce della polizia. Tra i fermati ci sono molti minorenni. Un giornalista dell'agenzia Afp ha visto portar via una trentina di persone. Gli arrestati, riferisce Interfax, sono accusati di aver violato l'ordine pubblico.

Massiccia la presenza delle forze di polizia: agenti in assetto antisommossa hanno fermato la maggior parte dei manifestanti che si erano radunati nella piazza Triumfalnaya. Altre persone sono state fermate in altre zone della capitale, mentre gruppi di giovani si sono radunati nei pressi della Piazza rossa. Per impedire proteste come quelle di domenica scorsa, la polizia ha impedito l'accesso alla piazza Manezh vicina al Cremlino e piazza Pushkin, tradizionalmente il punto di incontro dei manifestanti. Inoltre, metal detector sono stati installati al'ingresso della Piazza rossa.

Una settimana fa un'ondata di proteste antigovernative attraversò tutta la Russia. Il blogger Alexey Navalny, uno tra i principali oppositori del presidente Vladimir Putin, venne arrestato e incriminato per aver violato il codice amministrativo che regola le procedure per l'organizzazione di manifestazioni e cortei.

Articolo Originale

Rispondi