CONDIVIDI

(ANSA) – SIENA, 2 APR – Un viaggio nel tempo attraverso le architetture fatiscenti ritratte in foto da Maurizio Sorvillo.
E' la mostra 'The Sound of oblivion', dall'8 al 22 aprile alla Galleria Beaux Arts di Siena (ingresso libero).
In esposizione il progetto fotografico dell'artista con architetture fatiscenti che raccontano i fasti di una storia importante e perduta il cui eco è capace di arrivare fino ad oggi stimolando ricordi, fantasia, malinconia. Morvillo ha iniziato nel 2013 a concentrarsi sul progetto, esplorando luoghi abbandonati in Italia e all'estero, che nasce, spiega, "dall'ascoltare le vibrazioni che aleggiano ancora in quei palazzi, che si tratti di manicomi, fabbriche in disuso o ville.
Ho pensato questo progetto a colori per ridare vita e anima ad edifici che non le hanno più. Usando una particolare tecnica voglio rendere una visione non esattamente reale ma leggermente falsata in modo che l'occhio dell'osservatore abbia la possibilità di immedesimarsi in una storia che esiste solo nell'immaginazione".

Articolo Originale

Rispondi