CONDIVIDI

LE NUOVE responsabilità di governo al fianco del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, non intaccheranno le ricchezze di Ivanka Trump, nominata assistente speciale, e del marito Jared Kushner, consigliere esperto, che continueranno a beneficiare di enormi entrate legate all'impero del tycoon: un patrimonio che si aggira intorno ai 741 milioni di dollari legata agli investimenti e agli affari nel settore immobiliare. Restano ancora un mistero a quanto ammonti il patrimonio di Donald Trump e del suo vice Mike Pence, che continuano a non svelare la propria dichiarazione dei redditi.

I dati sulla situazione patrimoniale dello staff del presidente sono stati diffusi dalla Casa Bianca. Gli interessi della giovane coppia Trump-Kushner includono una quota nel Trump International Hotel di Washington, che lo scorso anno ha assicurato introiti a Ivanka fra 1 e 5 milioni di dollari. L'impero di Ivanka vale oltre 50 milioni di dollari, inclusa una quota fra 5 e 25 milioni nella società Trump International Hotel. La dichiarazione di Kushner, di 54 pagine, illustra il suo ruolo in 267 organizzazioni, da molte delle quali si è ritirato dopo le elezioni. Solo a New York e nel New Jersey, Kushner possiede beni immobiliari per almeno 600 milioni di dollari. Da beni immobiliari, lo scorso anno ha avuto redditi per centinaia di migliaia di dollari.

Sempre dai dati diffusi dalla Casa Bianca emerge come Steve Bannon, controverso chief strategist del presidente Trump, abbia guadagnato lo scorso anno tra 1,3 e 2,3 milioni di dollari. In particolare 191.000 dollari dai magazine online di destra Breitbart e News Network a titolo di consulenze, 125.33 dollari dall'azienda di dati Cambridge Analytica e 61.539 dollari di retribuzione dal Government Accountability Institute, un'associazione no profit conservatrice. La Bannon Strategic Advisors vale invece tra i 5 e i 25 milioni di dollari, mentre una somma tra i 2,25 milioni è associata a dei conti bancari e una somma di 10,5 milioni di dollari ad affitti percepiti.

Parte significativa della fortuna di Bannon è dovuta alle royalties dello show tv 'Seinfeld' acquisiti negoziando la vendita dei diritti di produzione dalla sua banca di investimento Bannon & Company venduta alla Società generale nel 1998.

Il portavoce della Casa Bianca Sean Spicer, ha ricevuto compensi per 260mila dollari come chief strategist e direttore delle comunicazioni del Comitato nazionale repubblicano e possiede diversi beni immobiliari. La consigliera di Trump Kellyane Conway ha guadagnato 850mila dollari in consulenze, inclusa quella per la campagna di Trump e denuncia beni compresi fra 10 e 39 milioni di dollari.

L'ex vicepresidente di Goldman Sachs Gary Cohn, che oggi guida il Consiglio nazionale dell'economia, possiede asset tra i 252 e i 611 milioni di dollari.

I dati diffusi confermano il quadro di un'amministrazione che è tra le più ricche della storia americana, con i componenti del governo e dello staff della Casa Bianca che complessivamente detengono una ricchezza di circa 12 miliardi di dollari.

Articolo Originale

Rispondi