CONDIVIDI

(ANSA) – VERONA, 1 APR – Federico Sboarina è il candidato sindaco di Verona per il centro destra, che si è così ricompattato dopo lo strappo con Flavio Tosi. Oggi lanciando la campagna elettorale non ha lasciato da parte la sua passione per l'Hellas Verona, paragonando la sua "squadra" che punta a governare la città con i gialloblù di Osvaldo Bagnoli, che nel 1985 conquistarono lo storico scudetto.
"Non abbiamo fuoriclasse, proprio come l'Hellas – ha detto Sboarina -, però quella volta siamo riusciti a vincere lo scudetto". Avvocato, 45 anni, ex assessore allo sport in quota An durante la prima amministrazione Tosi, cugino di secondo grado di Gabriele Sboarina, il "re Lele" che fu sindaco democristiano di Verona dal 1980 al 1990, Federico Sboarina è sostenuto da Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d'Italia, dal suo movimento "Battiti" e anche dall'ex vicesindaco tosiano Stefano Casali (attuale consigliere regionale), ed ha ricevuto l'investitura da vertici nazionali dei partiti del centro destra.

Articolo Originale

Rispondi