CONDIVIDI

ROMA – Un’epidemia di proporzioni colossali si sta spargendo per tutta Italia…
Non si sa ancora dove risieda il focolaio, ma ormai il morbo sta contagiando migliaia di persone.
Per questo motivo è stata indetta per il 1° aprile la Giornata Nazionale contro il Risvoltino, la “piaga della piega” ai pantaloni.

Com’è nata? Chi ha innescato il tutto?
Esperti del mondo stanno ancora indagando per trovare risposta ad uno dei più grandi misteri dell’ultimo secolo.

Nel frattempo però, anche tu puoi fare qualcosa.
Se hai un amico infetto, aiutalo, non lasciarlo da solo!

[embedded content]

La campagna di sensibilizzazione è nata su Facebook nel 2015, un appello della Lega Nazionale contro il Risvoltino[1] volta a salvare le povere vittime contagiate.
Ma la setta dei risvoltini sembra aver avuto la meglio: lo scorso anno gli anti-risvoltino sono misteriosamente scomparsi e la Giornata Nazionale non è stata festeggiata.

I pochi sopravvissuti, però, non demordono: il primo aprile, al posto del classico pesce finto attaccato sulla schiena dei malcapitati cari amici, rendiamoci utili e fermiamo questa epidemia del risvoltino.
Aiuta anche tu un portatore di questo problema nella giornata Nazionale dedicata all’abolizione di questo scempio.
Un tuo inchino con sistemazione pantaloni può salvare un essere umano.

References

  1. ^ Lega Nazionale (www.facebook.com)

Articolo Originale

Rispondi