CONDIVIDI

Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha chiesto alla Corte Suprema (Tsj) di rivedere la sua decisione di revocare i poteri del Parlamento, una decisione aspramente criticata dall’opposizione e dai governi stranieri. L’annuncio è arrivato poche ore prima di una serie di grandi manifestazioni convocate dall’opposizione contro il governo.

Al termine di una riunione notturna, il Consiglio per la Sicurezza Nazionale, presieduto dallo stesso Maduro, ha annunciato il proprio appoggio ad una revisione della decisione della Corte Suprema, «con l’obiettivo di mantenere la stabilità istituzionale».

«Aprile inizia con il piede giusto», ha detto un entusiasta Maduro con accanto a sé una decina di collaboratori al termine della riunione convocata in maniera urgente, prima di aggiungere: «È una vittoria costituzionale».

I leader dell’opposizione hanno però immediatamente criticato la decisione del Consiglio per la Sicurezza Nazionale, definendola una mossa che poco fa per risolvere la crisi. «Diciamolo con chiarezza – ha affermato Freddy Guevara, primo vicepresidente dell’Assemblea Nazionale -: la revisione di una decisione che lascia tutto come prima non risolve un colpo di Stato».

Licenza Creative Commons
Alcuni diritti riservati.Articolo Originale

Rispondi