CONDIVIDI

SPORT La Lazio stende il Sassuolo in rimonta, la rincorsa Champions continua

Ciro Immobile (foto AFP)

Pubblicato il: 01/04/2017 20:15

La Lazio stende il Sassuolo in rimonta e 'vede' il terzo posto. I biancocelesti vincono 2-1 al Mapei Stadium e si portano a -3 dal Napoli, impegnato domani nel big match contro la Juventus, salendo inoltre a +5 sull'Inter che insegue alle loro spalle. Berardi si sblocca su rigore e illude i neroverdi, ma la Lazio agguanta il pareggio già prima del riposo con Immobile e nel finale trova i tre punti con l'autogol di Acerbi che condanna il Sassuolo alla quinta sconfitta di fila fra le mura amiche.

La squadra di Inzaghi sbanda in avvio e i nodi vengono al pettine al 26', quando Strakosha travolge in uscita Berardi lanciato a rete da Missiroli e l'arbitro Giacomelli indica il dischetto del rigore. Lo stesso Berardi interrompe il suo lungo digiuno di gol con una conclusione centrale dagli 11 metri che beffa Strakosha e regala al Sassuolo il momentaneo vantaggio. Il black out della Lazio continua, ma i neroverdi sprecano subito una ghiotta occasione per il raddoppio: Cannavaro pesca da lontano Defrel, che salta Strakosha con un tocco morbido ma per un soffio non trova la porta.

La squadra di Inzaghi tira un sospiro di sollievo e prima dell'intervallo cambia marcia con il solito Immobile. Il bomber biancoceleste trova il pareggio al 42' freddando Consigli con un tocco ravvicinato dopo uno splendido assist di Felipe Anderson e al 45', complice un errore in copertura di Lirola, sfiora la doppietta costringendo Cannavaro agli straordinari: il difensore salva la porta mandando il pallone contro la traversa in acrobazia.

La Lazio continua a spingere anche in avvio di ripresa e al 55' è ancora Immobile a impegnare Consigli con un destro potente da fuori. Col passare dei minuti la stanchezza si fa sentire e inizia una partita a scacchi fra Inzaghi e Di Francesco.

Alla fine sono i cambi del tecnico biancoceleste a fare la differenza e la sua Lazio mette la freccia all'83' con l'apporto dei due neo entrati Keita e Lombardi: sul cross rasoterra dell'esterno biancoceleste è sfortunato Acerbi, che nel tentativo di anticipare Parolo spedisce alle spalle di Consigli. Il Sassuolo nel finale si riversa in avanti ma al 90' il colpo di testa di Pellegrini si infrange sul palo. E sul match cala il sipario.

Rispondi