CONDIVIDI

Sarri: La Juve è più forte e la pressione è tutta su di loro

Maurizio Sarri

Pubblicato il: 01/04/2017 15:55

"La Juve è più forte di noi in tutti i sensi anche politici, è prima in classifica e quindi la pressione è tutta su di loro". Sono le parole dell'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, alla vigilia del match contro i bianconeri. "Dobbiamo concedere poco -aggiunge Sarri in conferenza stampa- e stare attenti in difesa anche se la partita in cui abbiamo avuto la miglior organizzazione difensiva è stata proprio a Torino ma abbiamo fatto due errori e preso due gol. Bisogna essere bravi ad avere continuità nell'attenzione".

Anche in caso di vittoria però secondo il tecnico degli azzurri il campionato non si riaprirebbe: "La Juventus fin qui ha perso solo 14 punti in 29 partite e vuol dire che in proiezione per il suo rendimento potrebbe perdere quattro punti da qui alla fine. E' praticamente impossibile che perdano il titolo, poi c'è spazio alla casualità, ma non credo".

Sulle possibili assenze di Mandzukic e Dybala e il possibile ritorno a una difesa a tre da parte della Juventus Sarri spiega che "gli aspetti mentali possono influire più di quelli tattici, anche perché se la Juve gioca a tre o quattro dietro cambia poco, i giocatori si conoscono ormai bene. Le motivazioni e la lucidità nell'agonismo saranno determinanti".

Secondo l'allenatore azzurro la Juventus è meritatamente davanti in classifica anche se qualche episodio fa discutere: "Se valutiamo i singoli episodi, saremmo potuti essere più vicini, ma sappiamo che negli ultimi anni la Juventus è stata di un altro livello per forza tecnica, economica, politica, societaria. Se andiamo sul singolo episodio viene questo retropensiero".

Infine Sarri sottolinea come vincere a Napoli è diverso rispetto ad altre parti: "Vincere qui sarebbe una grande soddisfazione che mi darebbe tanto gusto. Ai miei giocatori dico sempre potete andare ovunque ma non sarà mai come vincere a Napoli". L'ha detto anche ad Higuain? "L'ho sempre detto perché lo penso, vincere qui è diverso da altri posti, ti dà soddisfazioni diverse. Poi non si può entrare nella vita di altri, ognuno fa le proprie scelte, non entro e non do giudizi".

Articolo Originale

Rispondi